Errore

  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_validate() should be compatible with views_handler::options_validate($form, &$form_state) in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 589.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter::options_submit() should be compatible with views_handler::options_submit($form, &$form_state) in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter.inc on line 589.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_boolean_operator::value_validate() should be compatible with views_handler_filter::value_validate($form, &$form_state) in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/handlers/views_handler_filter_boolean_operator.inc on line 149.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_validate() should be compatible with views_plugin::options_validate(&$form, &$form_state) in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 135.
  • strict warning: Declaration of views_plugin_row::options_submit() should be compatible with views_plugin::options_submit(&$form, &$form_state) in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/plugins/views_plugin_row.inc on line 135.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_comment::init() should be compatible with views_handler_field::init(&$view, $options) in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/modules/comment/views_handler_field_comment.inc on line 50.
  • strict warning: Declaration of views_handler_field_comment_username::init() should be compatible with views_handler_field::init(&$view, $options) in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/modules/comment/views_handler_field_comment_username.inc on line 48.
  • strict warning: Declaration of views_handler_filter_node_status::operator_form() should be compatible with views_handler_filter::operator_form(&$form, &$form_state) in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/modules/node/views_handler_filter_node_status.inc on line 14.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/modules/comment/views_handler_field_comment_username.inc on line 33.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/modules/comment/views_handler_field_comment_username.inc on line 33.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/modules/comment/views_handler_field_comment_username.inc on line 33.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/modules/comment/views_handler_field_comment_username.inc on line 33.
  • warning: Creating default object from empty value in /home/racnet/public_html/sites/all/modules/views/modules/comment/views_handler_field_comment_username.inc on line 33.
Lug
27

Marito e moglie (un simpatico interludio)

By Exculiano Magenta // // 0 Commenti // letto 7263 volte
Marito e moglie (un simpatico interludio) | Racconto erotico

Mia moglie ed io passeggiamo nel parco serenamente. Ci sediamo su una panchina a mangiare un gelato. Lei si toglie le scarpe e poggia i piedi sul mio grembo. Il cazzo mi diventa subito di mogano. Mia moglie sorride e mi stuzzica la capocchia con il suo bel tallone duro, mentre mangia il gelato. Il parco è pieno di persone.

Sulla panchina di fronte la nostra, un tipo strano legge il giornale e spia la scena. Ce ne accorgiamo, ma ce ne freghiamo, continuando a fare il comodo nostro.
Mia moglie mi molla delle bottarelle in mezzo alle palle per tenere viva l’erezione. Sa bene come farmi godere.
Accanto a noi si siede un vecchiaccio ciccione. Fa finta di riposarsi, ma guarda di sottecchi la bella scena da noi offerta. In men che non si dica il pacco gli si gonfia.
Mia moglie se ne accorge e, mentre lecca il gelato dice:
- Signore, gradisce un lavoretto anche lei, per caso? – e allunga il piede verso il vecchiaccio
agitando le dita. Il vecchio capisce che lo stiamo prendendo in giro, si alza e se ne va, facendosi aria con il cappello.
Il tizio losco sulla panchina di fronte, intanto, si alza e viene verso di noi. Guarda solo mia moglie.
- Posso sedermi? – le chiede.
Mia moglie smette di leccare il gelato, come pietrificata.
- Tesoro? – le dico. Ma non mi risponde. Insisto.
- Amore? Ehi, amore?
- Ehm…si? – finalmente si riprende, distogliendo lo sguardo dallo straniero che, sorridente, si siede accanto a me.
Mia moglie non lecca più il gelato. Diventa rossa e non dice una parola.
Lo straniero guarda il piede di mia moglie sul mio bozzo turgido. Poi guarda lei.
- Vuole venire a cena con me, bellezza? – le chiede, senza far caso a me.
- Sì, anche subito – risponde mia moglie
- Ma che cazzo…- cerco di dire qualcosa, ma non credo alle mie orecchie.
Mia moglie fionda il gelato dietro di sé ed allunga il piede tra le gambe dello sconosciuto, cominciando a solleticarlo.
- Amore, ma che cazzo fai, perdio!
- Uuhhh…non preoccuparti, amore, va tutto bene – mi risponde senza guardarmi, fissando lo straniero.
- Gli piace, bellezza – dice lo straniero.
- Ah, si? – risponde lei
- Oh si, piace al mio cazzo questo bel servizietto, sai?
Guardo con gli occhi spalancati una montagna che si erge dalle gambe dello straniero. Diventa immensa, mentre le dita dei piedi di mia moglie gli stuzzicano la cappella gigante.
- Ti piace questo struscia-struscia, eh? – chiede mia moglie.
- SSSsssiii…- geme lo straniero.
Il cazzo è arrivato poco più su dell’ombelico. Guardo stupito e basito. Anche la gente guarda. Un capannello si forma attorno a noi. Mia moglie, ipnotizzata, continua il piedino più vigorosamente.
- Aahhhh…-gode lo straniero. Io, nel mezzo, mi arrapo come un maiale schifoso. Mia moglie pianta l’altro piede sul mio, di cazzo.
- Dio santo, paragone non v’è! Lo straniero ha un cazzo grosso come un obelisco!!
La gente applaude mentre io sudo dalla vergogna, e lo straniero suda per il godimento. Mia moglie continua con il doppio piedino, ma il cazzo dell’altro è il triplo del mio. Il cazzo più grosso mai visto.
- Su, su, su, su, su – lo sprona mia moglie, mentre io sborro nelle mutande e nessuno se ne accorge.
- SU, SU, SU, SU – urla la gente, mentre applaude.
- DDDaaaaaaaaaaaa!!!! – grida lo straniero, schizzando una fontana impazzita di sborra calda.
Mia moglie salta su, arraffa quel cazzo enorme e porta con se lo straniero, via.
Rimango solo sulla panchina, fradicio di sborra e vittima dello scherno degli astanti.